Eventi

24h MTB

12h

6h

 

24 H FINALE LIGURE

27/05/2009

 
23-24 maggio 2009… 11ma edizione della 24 h di Finale Ligure all’insegna del caldo, afa e della polvere veri e propri avversari per tutti i  partecipanti e delle loro bike.
Contornato dalla suggestiva scenografia paesaggistica delle Manie e della splendida vista sul mar ligure molti atleti giunti da molte parti del globo si sono dati battaglia su di un percorso di circa 8.24 km con dislivello di circa 240 m  che ricalcava al 90%  quello degli anni precedenti, quindi con irte salite, discese e single track tecnici su fondo sconnesso e con l’ormai mitico toboga.
Quest’anno tale manifestazione non essendo inserita nella 24 CUP ha fatto si che i molti KulaMula presenti mettessero in secondo piano l’aspetto agonistico privilegiando quello sociale; escursioni di free-ride, tuffi in mare ma soprattutto risotti e abbondanti grigliate di carne!!!!
Ciò nonostante la classifica finale decretava il seguente verdetto: 104mi in classifica generale e 16/36 nella classifica di categoria.
 
Pierre
 

 
Pierre su Kona Unit 2-9 nel Toboga
 
 
 
FINALE………........... COL CUORE

Sabato 23 maggio 2009, dopo un paio d’anni d’assenza, torno a Finale, ma non in gara, ma solo da turista, per poter dire “c’ero anch’io”.
Non essendo ufficialmente in gara, quasi non mi sento autorizzato a parcheggiare sulle Manie, l’altopiano che sovrasta la zona fra Varigotti e Finale Ligure, parcheggio a Finalborgo e decido di salire in bike per “i Ponti Romani” sempre bellissimi invasi dal profumo del sottobosco e della macchia mediterranea, la giornata è splendida, quasi estiva, dopo un’oretta di piacevolissima pedalata arrivo sulle Manie e “Il Ferin” il sito che accoglie la zona paddock della 24h di Finale è un brulicare di persone che urlano, ridono e sembrano inseriti in un divertente video-game, viene subito da dire “è qui la festa?” e la risposta è scontata.
Incontro subito decine di persone che conosco, trovo Gigi, Pier e Lillo, che stanno partendo per farsi un giro alla “Base Nato”, alla gara non sono interessatissimi, come gran parte dei presenti, vogliono solo divertirsi, incontro altri amici, ma prima di dedicarmi a loro voglio “girare” il percorso, entro nella traccia e incontro alcuni bikers con un sorriso ebete sulla faccia, mi chiedo “ma che c’avranno da ridere?”, parto, il tracciato è fantastico, tecnico al punto giusto, guidato al punto giusto, duro al punto giusto, spartano al punto giusto, paesaggisticamente stratosferico, dopo una ventina di minuti abbondanti concludo il giro infilandomi nell’ormai mitico toboga, una goduria per qualsiasi vero biker…..impareggiabile.
Peccato, mi fermerò solo oggi e mi perderò la notte con i sui profumi e l’alba su questo fantastico percorso.
Entro in zona paddock e un amico mi chiede “che hai da sorridere?”, mi tornano in mente quelle facce ebeti viste qualche minuto prima e tra me penso “non ha ancora girato, ma presto saprà anche lui”, comincio a incontrare amici, chiacchiero, rido, dò pacche sulle spalle, ricevo pacche sulle spalle, battute e solo dopo quasi un’ora riesco a raggiungere la base dei KulaMula, manca meno di un’ora al via e nell’accampamento regnano ciabatte infradito, bottiglie di birra e sdraio, mi tolgo la maglia sudata e chiedo del latte solare, sono certo che qualcuno lo avrà, mi rifocillo con “integratori suini” continuo a ridere e chiacchierare, l’ambiente non è propriamente race, ma direi piuttosto “fun”, come tutto l’altopiano del resto, provo una certa invidia per coloro che godranno di questa atmosfera per almeno altre 30 ore, non c’è alcun dubbio, la festa è proprio qui.
Per me è già ora di ripartire, la competizione con il consueto ritardo stà per iniziare, mi porto sul percorso e guardo la prima ora di gara, incitando tutti quelli che conosco e quelli che, se anche non conosco, mi ispirano simpatia.
E’ora di andare, già che ci sono mi faccio la DH di Varigotti in picchiata fino al mare, che visto dal tracciato sembrava così lontano e invece in un attimo è li, mi giro e guardando in su penso che la in alto, 1.500 bikers stanno godendo di uno degli appuntamenti più belli legati al nostro mondo di bikers, la prima e comunque ancora “unica” 24h di Finale.
Nella mia mente sento ancora il rumore della festa che si sta svolgendo lassù sulle Manie, sento il rumore delle catene che sbattono, sento le risate, sento i respiri affannati, sento gli odori della macchia mediterranea, nei miei occhi vedo ancora ……………………………………….quei sorrisi ebeti!
Finale è un’emozione lunga 24h, anzi di più, per me è stata sufficiente una piccola dose per poter affermare che Finale è unica……………………………….lunga vita.
                           
                                                                                         Bye Chicco

logo