Eventi

24h MTB

12h

6h

 

26-27/09/09 - WEEK END AGONISTICO

08/10/2009

24 H DI ROMA
IL DADO E’ TRATTO… o forse non ancora!
La spedizione dei Kula Mula e dei Tava Bike in quel di Roma per la 24 ore omonima è inziata Venerdì mattina di buon’ora per i lodigiani che hanno raggiunto la capitale in treno portandosi appresso le proprie bike e di buonissima ora per i cremonesi che sono calati nella città eterna in automobile.
Dopo aver partecipato nel pomeriggio alla mitica “Pedalata nella storia” tra le tante meraviglie di Roma, la sera ci siamo dedicati a qualcosa di “cul-turale” l’elezione di Miss 24 ore di Roma.
Tra i giurati anche il Presidente Max con l’occhietto cadente sul lato B di ognuna delle aspiranti Miss.
Sabato ore 12,00 Pronti partenza…Via! Gira,gira,gira,gira e rigira e gira ancora alla fine saranno 93 i giri fatti dalla  squadra da quattro composta da Pierre (che tra il suo primo giro fatto al sabato e il suo ultimo giro fatto alla domenica ha fatto registrare solo 5 secondi in più di fatica) Norberto (il nome l’ho scoperto leggendo la classifica dei giri) detto Turbo sempre veloce e disponibile a fare quel giro in più se serve, Guido (da torino né..bastalà..) anche lui sempre su tempi ottimi e in fine il Lotta (ma che ci azzecca? direbbe qualcuno..) Su buoni livelli all’inizio ma con il fondoschiena devastato alla fine infatti tra il suo primo giro e il suo ultimo ci sono ben 3 minuti in più.
I 93 giri comunque ci hanno permesso di arrivare sesti in classifica, anzi no quinti…no forse quarti.
Cose strane sono successe nella notte nel Parco degli acquedotti, giri fatti, giri non fatti, tagli di percorso, parapiglia tra bikers, reclami, squalifiche…
Ma i Kula Mula “four” sempre primi nella classifica assoluta ormai quasi iraggiungibili.
Ciao alla prossima ... Lotta

 
UNA 24ORE DA CAPITANO NELLA CAPITALE
 
Tante esperienze in un solo week end…il treno freccia rossa alla mattina come trasporto verso Roma e’ gia di per se’ una bella esperienza.
In stazione ci guardavano come degli alieni, con le nostre borse portabici e con la maglia dedicata alla 24ore (idea ottima del LOTTA).
Viaggiamo comodi e veloci , in poche ore siamo nella capitale….e anche in stazione Termini occhi puntati su di noi mentre  prepariamo la nostra mtb sotto gli occhi dei passanti….e via verso un traffico incredibile anche per chi viaggia spesso in auto in Milano e Provincia come me.
Arrivati al campo e piazzate le tende ci cambiamo ed e’gia’ ora del mitico giro per Roma verso i monumenti e il caldo e’ incredibile,sembra estate.
Vettorel annuncia la partenza della pedalata e un fiume di bikers si muove, urla ,fischietti a volonta’ e tanta allegria  iniziamo con la Via Appia e a tarda sera si finisce con il Maestoso Colosseo avvolto da luci di tutti i tipi  comprese le nostre per  farci vedere …………….
E’ sera al nostro rientro doccia e pronti per un'altra fatica :  cena ed elezione di Miss 24ore di cui nemmeno una che partecipa alla competizione ciclistica….tutte molto carine ma noi abbiamo solo la mente alla gara che partira’ il giorno dopo……( BUGIA).
Dopo una notte insonne  per via del terreno ondulato,  siamo pronti per il giro di prova,molto veloce e scorrevole il tracciato ma soprattutto con tanta polvere che ti aiuta nella respirazione e gia siamo all’ inizio gara con uno spettacolo di bikers di corsa che arrivano alzando una nube a dir poco fantastica e con tanta adrenalina anche perche’ dopo il nostro primo partente(Daniele) che apre le danze, il secondo sono io.
I giri e le ore scorrono via molto velocemente, ma sempre dando il massimo tutti fino a quando mi accorgo di un tramonto sulla gara molto bello,giudicate voi.
 
Durante il concerto di un gruppo molto bravi ma che non so il nome ,scopriamo di aver vicino anche la campionessa del modo di nuoto Alessia Filippi  che viene invitata sul palco per  onorarci della sua presenza alla manifestazione.
La notte sempre molto piacevole come temperatura passa veloce e io e daniele giriamo sempre a tutta anche se lui ha finito le batterie delle sue  luci…..ma e’ un gatto e ci vede molto bene anche senza…..
Senza accorgerci  siamo gia al termine della gara tra vincitori e vinti ma tutti proprio tutti soddisfatti della loro prestazione e noi smontate le tende pronti a risalire sul treno per il ritorno……a malincuore con lo zaino in spalla e bike alla mano andiamo verso la linea della metro piu’ vicina ,stanchi ma soddisfatti del week end non ancora finito, si  proprio cosi….
In stazione ci meritiamo una birra…..due…e tra una chiacchiera e l’ altra quasi perdiamo il treno….ma abbiamo ancora la forza di correre per affrettarci e appena saliti parte e per noi tre guerrieri un po di meritato riposo…..nel senso che facciamo in tempo a sederci e siamo gia’ con occchi chiusi la bocca aperta e il rigolo di bava che scende dal lato della bocca…… opps siamo gia in stazione centrale a Milano con le nostre mogli che ci vengono a prendere……. 
 
Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno partecipato alla squadra da 8 :  Daniele ,Erminio,e i cinque di Finale Ligure della squadra” MI DOPO DOPO” che ci hanno dato una mano in questa gara,  quella da 4: Lotta ,Pierre e consorte,Turbo,Guido, e il solitari Giacomo con il Single Spider Speed  Max Ansoldi  per la bella  e allegra compagnia . 
Alla prossima a Vicenza
CLAUDIO   (PILONE)
 
 
GIMONDI BIKE
Domenica 27 settembre, è prestissimo quasi l'alba ma è ormai arrivato il momento della partenza, destinazione Iseo per partecipare alla ben nota Gimondibike.
Siamo i Kulamula ciuchini: Michele, Daniele, Cristiano, Manuele, Guerrino. L'emozione e la tensione sono alte così come l'adrenalina, il pensiero di partecipare ad una competizione dove alla testa troveremo i migliori, i campioni: Deho, Medvedev, Paez ecc. ci emoziona e ci rende fieri di far parte del mondo delle ruote grasse.
           
Ore 9:30 ci avviamo alle griglie di partenza, siamo in terza griglia dopo di noi altre tre. Ore 10:00 partenza dei campioni e poi ..... ci siamo tocca noi.
Asfalto, salita, sterrato, discesona e via tra i vigneti le mura del castello di Passirano, mi avvicino sempre di piu'alla fatidica "cronoscalata" Madonna del Corno" al 32° Km. circa 200 mt. di dislivello in poco piu' di 1 Km. da prima asfalto e poi ciottoli di pietra, e in momenti come questo dici a te stesso " non devi mollare, non devi mollare, a passo lento e leggero mi avvicino sempre di piu' alla cima e poi giu' quasi tutto in discesa per arrivare fino al traguardo al 38° Km.
Che emozioni che paesaggi che impeccabile organizzazione è stato entusiasmante, la consiglio a tutti gli amanti delle ruote grasse.
Al prossimo anno Gimondibike!
 
 
KM Ciuchino Michele

logo