Eventi

24h MTB

12h

6h

 

LA' DOVE OSANO ... I KULAMULA

19/08/2010

 
ETNA - 12 agosto 2010
 
Finalmente è arrivato il tanto atteso, desiderato, agognato momento di cavalcare la mia bike ed affrontare una salita tecnicamente non difficile ma fisicamente dura ed impegnativa in quanto in circa 12 km si affronta un dislivello di quasi 1200 mt partendo dai circa 1800 del rifugio sapienza ed arrivare (questo era il nostro obbiettivo) sopra i 3000 mt in pratica fino alla parte ciclabile sotto i crateri sommitali dell'Etna.
 
Chi ha avuto la possibilità di conoscere l'etna e di esserci salito , anche a piedi, sa che ciò che si vede è indimenticabile e che si rimane sempre con la voglia di ritornarci, infatti questa salita io la feci 30 anni prima a piedi e mai dimenticata ripromettendomi di rifarla un giorno. Così è stato, dopo 3 anni di mtb finalmente ho realizzato il mio sogno. Come dicevo la salita non è tecnicamente difficile ma serve una buona gamba e molto fiato poichè la pendenza media è di circa il 18% il che vuol dire che si spinge duramente dall'inizio alla fine. Io l'ho fatta quasi tutta con il rampikino ma chi ha una gamba meglio della mia la può fare tranquillamente senza rampikino. La primaria difficoltà che ho avuto è stato il fatto che avevo solo le semislick con me ed ho dovuto farla con queste gomme ed ho avuto in salita notevoli problemi di aderenza specie nei punti più sabbiosi ( o cenerosi che si voglia), Il percorso segue quello delle jeep che portano in quota i tuoristi. Il primo punto di riferimento è la funivia dove in pochi km si affronta un forte dislivello. Superata la funivia la salita in alcuni tratti è piu dolce ma non meno impegnativa perchè l'aria comincia ad essere rarefatta infatti sopra i 2600 ogni tanto sentivo ritornare la mia vecchia e sopita asma e qualche piccolo capogiro, ma bastava rallentare il ritmo di pedalata oppure spingere con un passo tranquillo e tutto ritornava regolare. La seconda ed ultima meta è Torre del Filosofo a quota 2920 mt e praticamente ai piedi delle bocche vulcaniche. Arrivati finalmente al rifugio, ripostati un attimo, scattata qualche foto siamo ripartiti per raggiungere l'obiettivo dei 3000 e cosi abbiamo proseguito per il sentiero che porta fin sotto le salite che portano poi alle bocche vulcaniche, andando poi oltre si sarebbe sceso del versante nord. In circa 4 ore abbiamo raggiunto, felici ed entusiasti il nostro obiettivo. fortunamente il meteo all'andata ci ha assistito con una bellissima giornata di sole, ma quando sei li sopra sei come in cielo sopra e tra le nuvole e chi conosce l'etna sa queste arrivano improvvisamente e freddamente oscurando la visuale. sapevamo e vedavamo che stavano arrivando, ci siamo quindi preparati ed avviati per la discesa.
 
Il tratto fino a Torre del filosfo è un sentiero fatto da un tappeto di piccole e medie pietre laviche dove nonostante le notevoli vibrazioni della bike si poteva comunque ben governare, passato il rifugio prima di iniziare la lunga e veloce discesa verso il rifugio sapienza abbiamo notato dei cumuli di cenere di colore più scuro dove sotto la cenere vi era praticamente del ghiaccio, grandi quantità di ghiaccio. Finalmente inziamo la discesa, il terreno non è disconnesso però è morbido con il rischio che la ruota davanti possa in alcuni tratti andarsene per i fatti suoi ma comunque non è difficile, ma la cosa bellissima è stata fare la discesa con piccole e facili derapate in curva ma la cosa più entusiasmante è stat scendere tra le nuvole, avvolte da esse al punto che in alcuni tratti la visibilità non superava i 10 mt., è una sensazione ed emozione difficile da descrivrere, e dico unica. Ho visto molti turisti che ci fotografavano sia in salita sia in discesa, altri che divertiti ci osservavano scendere. Quando alla fine siamo arrivati all'auto io e Rosario ci siamo guardati in faccia è sembravamo due bambini che avevano appena mangiato un intero barattolo di nutella, felici, emozionati, entusiasti dell'esperienza vissuta e di quelle sensazioni ed emozioni che solo un paesaggio lunare come l'Etna sa solo offrire, qualcosa di indimenticabile.
 
le foto: http://picasaweb.google.it/aielloarturo/ETNAAscesaAiCrateriSommitali12Agosto2010# 
il video: ascesa ai crateri sommitali Etna versante Sud
traccia gps: nella pagina Kulamula sezione Tracciati GPS troverete la cartella compressa denominata Etna - 12-08-10.zip  contenente i file gpx, kml e tcx.
 
Arturo
 
A FONDO PAGINA TROVATE IL RACCONTO E LE FOTO DELL'INDIMENTICABILE ED EMOZIONANTE VIAGGIO DA LHASA A KATMANDU DI LIVIO.
 

AllegatoDimensione
LHASA E KATMANDU.pdf98.35 KB
Foto_001.JPG453.51 KB
Foto_015.JPG530.25 KB
Foto_028.JPG359.36 KB
Foto_039.JPG301.14 KB
Foto_053.JPG359.4 KB
logo