Eventi

24h MTB

12h

6h

 

10/03 /2013 - 22ma FOSBIKE

11/03/2013

Ed eccoci alla seconda tappa di questo River Marathon 2013 che più che River mi sembra un Rain considerando tutti i giorni di pioggia e le condizioni del tracciato di gara.
Rispetto ad Asola il gruppo KulaMula ai nastri di partenza è meno folto in quanto il trio Ga.Sco.Pi. ha optato per esplorare luoghi fino ad oggi invalicabili per i bikers, le "Colline piacentine".
Torniamo a noi, domenica mattina, dopo aver sbaraccato il "Moreno" cognato di "Aziz" e la sua inesauribile verve di pappagallo alla povera Astrid, io, Pierre e Luciano partivamo in direzione Carpi, dove una volta arrivati ci accoglieva un bagno di folla che si accingeva a cambiarsi per la gara, quindi di noi non gli fregava un emerito "bip".
Dopo la solita routine pregara finalmente alle 9.35 circa veniva dato il segnale di partenza.
Qui cominciava la "Via Crucis" dei circa 350 partenti (gara ridotta ad un solo giro per un totale di 23 km circa), dove tra fango (gratis altro che le SPA altoatesine) melma, pozzanghere, laghi d'acqua e canali navigabili ed una varietà di cadute nonchè triturature di componentistica (e quindi bestemmie ed imprecazioni varie) i gladiatori della Fosbike uno ad uno arrivavano al traguardo.
Buon risultato per tutto il team KulaMula con gli eccellenti piazzamenti nelle rispettive categorie per Pierre, Astrid e Luciano ed il mio mesto piazzamento ad abbassare la media e più precisamente:

•    Pierre  1 h 08 min – 100 mo (31mo categoria Veterani)
•    Luciano 1 h 16 min – 168mo (35mo categoria Gentlemen)
•    Astrid 1 h 28 min – 243ma (5a categoria Donne B)
•    Nicola 2 h 15 min – 324mo (93mo categoria Veterani)

La cosa importante comunque è stato che viste le condizioni del tracciato nessuno si sia fatto male, la giornata era gradevole e soprattutto nonostante la fatica ci siamo divertiti lo stesso.
Prossima tappa domenica prossima a Visano (Bs) per la terza tappa del River.
Da parte mia un ringraziamento ai compagni d'avventura per le bellissime giornate passate insieme e soprattutto a Pierre che mi sprona a non mollare.
Niko

logo