Eventi

24h MTB

12h

6h

 

04/08/2013 - LA VECIA FEROVIA DELA VAL DI FIEMME

23/08/2013

Immettersi sulla A22 del Brennero il sabato pomeriggio di un w.e.e’ un atto di autolesionismo e io ho sclerato per le soste continue su questo tratto di autostrada.
Mentre io languivo sulla gecomobile in un afoso pomeriggio del 03 Agosto,due compari KM si sollazzavano pacificamente in una vasca idro dell’hotel ANCORA (si ancora come quella delle navi) in quel di Molina di Fiemme.
Ero in viaggio per raggiungere la localita’ montana e partecipare  alla XVII edizione della “ Vecia Ferovia, poi finalmente Molina di Fiemme l’incontro con il Nico e Pierre.
In orario per la cena arriva il Fioni e quindi a tavola per gustarci piatti locali, bevendo una buona birra, la 306.
Ore 5.45 del 04 Agosto:
ci si sveglia con temperature che non sono consone per una localita’ di montagna,i 16-17 gradi di buon mattino sono anomali, invece una figata la discesa in mtb di 15 km con l’arrivo ad Ora.
Il tempo di un caffe’ in compagnia di Otto e di Anna, foto di rito e poi in griglia e aspettare lo start  vicino al barbuto Girelli, all’Antonioli e al gruppo Alpini di Cremona guidati dall’inossidabile Bruno.
 
                     
                         Pierre - Alessandro - Geko - Otto - Nico e Roberto

L’elicottero delle riprese televisive cattura la partenza che in un attimo allunga sul suo percorso i colori di 1300 biker,i primi 11 km abbiamo fatto il pieno di polvere su strade bianche che costeggiano l’Adige poi l’ingresso in un vitigno e alla sua uscita appare la prima salita, scali i rapporti ma a cosa serve ,ti trovi nel traffico e inizi la prima rampa a piedi.
Il tracciato e’un lento ma inesorabile salire senza grandi difficolta’ fino al 25km dove alla 3 galleria troviamo una pendenza significativa del 12-13%che a poco a poco spiana.
Al 30km MAGIA: all’ingresso dell’ultima galleria un impianto simula il rumore del treno ,il fischio,lo sbuffo e l’arranco su quei pendii,e’ incredibile la situazione, la sensazione e’ talmente realistica che credi di avere il trenino alle spalle.
Km 40 finalmente lasciamo andare la mtb, ci tuffiamo una bellissima discesa inghiottiti dai boschi, ma the wall ci attende infatti il Muro della Pala e’ li che sogghigna con i suoi 960 m di quota e una pendenza del 21-24% e’ il tratto dove sputiamo sangue e dove i giochi di equilibrio per sfidare la gravita’sono ardui.
Poi Molina di Fiemme con altro abbassamento di quota e verso l’arrivo dove gli ultimi 400 mt sono di pura salita fino al traguardo posto in localita’ Piazzol.
Totale km 44,00.
 
Geko

logo